tra 227 pagine e schede prodotti
   Artiglio del diavolostampa
Artiglio del diavolo
Categoria/e:  erbario
Artiglio del diavolo Artiglio del diavolo
La droga costituita dalle radici secondarie dell'Harpagophytum procumbens (Burch) DC. (fam. Pedaliaceae), pianta erbacea che cresce spontanea nel deserto del Kalahari.

Il nome del genere deriva dal greco "harpago" (=rampino), e allude ai frutti provvisti di uncini che si agganciano alle zampe degli animali, diffondendone, in tal modo, i semi.

 

La radice della pianta è formata da un fittone, denominato radice primaria, che penetra verticalmente nel terreno , e da radici secondarie che si disperdono per un raggio di circa 1,5 m. intorno alla pianta.

 

Proprietà:


Antinfiammatorio; analgesico; antireumatico.

 

Indicazioni:


Reumatismo cronico; artrite reumatoide; osteoartrosi a differente localizzazione (coxartrosi, gonartrosi, artrosi cervicale); dolori articolari in genere; tendiniti, nevriti su base traumatica.

 

Le proprietà analgesiche e antinfiammatorie della pianta sono state ampiamente confermate da studi recenti.

 

L'attività della droga viene spesso riferita al suo principale composto, l'arpagoside; tuttavia, come per la maggior parte delle droghe, la somministrazione del singolo principio attivo non riproduce esattamente l'attività osservata con il fitocomplesso "in toto".

 

Informazioni di riferimento e Bibliografia

carrello vuoto
immagine